Borsa di studio per una ricerca presso l'Università di Siviglia

Stampa una copiaStampa una copiaManda via emailManda via emailVersione EPUBVersione EPUB
  • Insieme a Mario Cavallaro, presidente del Rotary club di Giarre
    Insieme a Mario Cavallaro, presidente del Rotary club di Giarre

La Rotary foundation ha offerto una borsa di studio di 30mila dollari per finanziare un anno di ricerca su comunicazione e tecnologie di formazione a distanza in contesto carcerario. A usufruire di questa borsa di studio sarà un giovane dottore di ricerca dell’Università di Catania, Giuseppe Pillera, che per un anno studierà presso l’Università di Siviglia.« Il progetto – spiega il dott. Pillera – prevede la comparazione tra sperimentazioni spagnole e italiane e l’elaborazione di un nuovo modello da applicare in due regioni mediterranee: Andalusia e Sicilia». Il progetto si inserisce nell’ambito di un accordo tra il Ministero dell’Istruzione e il Ministero della Giustizia volto ad incrementare le attività formative nelle carceri al fine di favorire il reinserimento lavorativo dei detenuti.

La notizia è stata ufficializzata domenica mattina nel Municipio di Giarre, dal presidente del Rotary club di Giarre riviera ionico-etnea, Mario C. Cavallaro, che ha riferito la comunicazione data dal Governatore del Distretto Rotariano Sicilia-Malta, Maurizio Triscari. «Il Rotary international – spiega il presidente Cavallaro – è impegnato su più fronti per fini sociali. Il progetto “Polio Plus” assorbe una parte considerevole delle risorse della Rotary Foundation, ma ormai l’obiettivo finale è stato quasi raggiunto. Mancano all’appello solamente 3 stati per considerare debellata a livello planetario la poliomelite. Gli ultimi focolai resistono esclusivamente nelle zone di guerra dove i volontari rotariani non possono svolgere il proprio servizio .In abito locale il Club di Giarre svolge la propria attività a fianco dei giovani nelle scuole e a difese delle fasce deboli della popolazione come gli anziani».

Il dott. Giuseppe Pillera, originario di Fiumefreddo di Sicilia, si è laureato a Bologna in comunicazione, è dottore di ricerca in Fondamenti e metodi dei processi formativi presso il dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Catania ove collabora con la prof.Marinella Tomarchio in un laboratorio di didattica on line.

La prof. Tomarchio è presidente del Centro studi “Paolo Borsellino”, ente che ha un accordo con il Miur per la creazione di un osservatorio sulle scuole carcerarie e gli istituti penitenziari minorili in Sicilia.

Domenica il Rotary celebrava il Rotary day, nel 109° anniversario della fondazione del Rotary international. Nell’occasione l’ing. Alfio Grassi, presidente di commissione distrettuale, ha presentato il progetto “Shelterbox” e il tipo di soccorso che viene prestato alle popolazioni a seguito di un calamità naturale per il montaggio delle tende e la fornitura di tutto l’occorrente in fase emergenziale.

(Articolo pubblicato sul Gazzettino di Giarre, Febbraio 2014)
www.gazzettinonline.it/giarre-borsa-di-studio-ad-un-giovane-fiumefreddese